Ultima modifica: 29 febbraio 2016

ECDL

Il nostro Istituto è un Test Center dal Gennaio 2002, mentre dal Febbrario 1012 è Test Center capofila identificato con il codice AHBO0001. Ciò vuol dire che presso la nostra sede è possibile acquistare la Skills Card e sostenere gli esami previsti per il conseguimento della patente europea. Per i costi si faccia riferimento alla segreteria dell’Istituto o al responsabile ECDL Prof. Zaccaria Facchini.

ECDL: Di cosa si tratta
La Patente europea di guida del computer, ovvero l’European Computer Driving License (ECDL) è un certificato innovativo, che garantisce a livello internazionale la conoscenza dei concetti fondamentali dell’informatica e le competenze relative all’utilizzo di un personal computer nelle applicazioni più comuni, ad un livello base.
Questa certificazione si basa sul Syllabus, un documento concordato a livello europeo, che costituisce uno standard di riferimento che consente di uniformare i test, in qualunque Paese essi vengano effettuati. Contiene quanto gli esperti del settore ritengono necessario per poter usare il personal computer nelle applicazioni ricorrenti di uso comune. L’ECDL è nata nel 1996 per merito del CEPIS, un ente che riunisce 17 associazioni europee di informatica.
Sono stati i Paesi del Nord Europa a introdurla per primi.
Il conseguimento dell’ECDL arricchisce il curriculum professionale e può essere utile all’interno del mercato del lavoro. Per coloro che avessero ottenuto la certificazione ECDL con un syllabus diverso dal 5.0 è possibile sostenere un unico esame Update che contiene domande su tutti i sette moduli della certificazione ECDL Core.

Chi la gestisce
A livello europeo, il progetto fa capo alla ECDL Foundation, un ente senza fini di lucro, che ha il compito di promuovere l’ECDL, di aggiornare man mano i contenuti tecnici, e di coordinare la sua diffusione nei vari Paesi. Un ruolo specifico della Fondazione è di garantire che l’ECDL venga applicato dovunque seguendo esattamente gli stessi criteri e procedure. La proprietà intellettuale del concetto di ECDL e di tutto ciò che ad esso afferisce appartiene alla Fondazione. Essa ne concede la licenza d’uso a enti nazionali qualificati, che sono responsabili della gestione del programma nei rispettivi Paesi.
In Europa i licenziatari nazionali devono essere membri del CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies). L’iniziativa, di cui questo organismo si è reso garante a livello internazionale, ha già ricevuto il riconoscimento dell’Unione Europea che l’ha inserito tra i progetti comunitari diretti a realizzare la Societa’ dell’Informazione.
L’Italia è rappresentata dall’AICA (Associazione italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico), membro italiano del CEPIS che seleziona i Centri accreditati in cui svolgere gli esami in conformità agli standard di qualità definiti per tutti i Paesi europei.

Chi può conseguirla
L’ECDL può essere conseguita da persone con le più diverse estrazioni culturali e di tutte le età. Essa si rivolge a chi lavora, allo studente, al comune cittadino che desidera certificare la propria abilità nell’uso del personal computer.

Come ottenerla
Per ottenere la patente di guida del computer è necessario superare sette esami o test:
il primo è teorico e basato sulla comprensione dei concetti relativi alla Tecnologia dell’Informazione (Information Tecnology);
i rimanenti sei sono invece pratici, incentrati sulle capacità di eseguire una serie di compiti con il computer.
Il livello dei test è semplice, ma allo stesso tempo efficace ai fini dell’accertamento delle capacità del candidato e delle sue competenze sull’impiego del computer nelle applicazioni standard di uso quotidiano.
Per sostenere gli esami ECDL e’ necessaria la Skills Card, una tessera individuale che riporta i dati anagrafici del titolare e un numero di serie registrato dall’AICA, ente nazionale di certificazione del programma ECDL.
Sulla Skills Card vengono via via registrati gli esami superati dal candidato. Ogni esame deve recare il timbro della sede presso cui si e’ svolto, la data e la firma del responsabile del Centro.
La Skills Card puo’ essere acquistata presso un qualsiasi Centro accreditato, al prezzo di mercato di Lire 70 € IVA inclusa (60€ per gli alunni dell’Istituto), che copre i costi di gestione della patente europea da parte dell’AICA e le royalties stabilite in sede internazionale.
Il Centro emittente appone il proprio timbro e la data di emissione e, a sua discrezione, puo’ eventualmente includere, in parte o in toto, il costo della Skills Card nel costo complessivo del corso o del materiale didattico. Cio’ non contraddice il fatto che il prezzo della Skills Card sia fisso ed abbia il valore di mercato sopra indicato.
La Skills Card ha validita’ di tre anni dalla data del rilascio. Successivamente deve essere riacquistata e l’eventuale convalida degli esami sostenuti va effettuata caso per caso.
Nel caso che un candidato perda la Skills Card, puo’ ottenere – attraverso il Centro accreditato dal quale l’ha acquistata – un duplicato dall’AICA, al costo di 30 € (IVA inclusa).
La Skills Card da’ al suo possessore il diritto di sostenere esami presso un qualsiasi Centro accreditato, anche diverso da quello presso il quale la Skills Card è stata acquistata. Il candidato puo’ esercitare questo diritto anche senza avere seguito i corsi proposti dal Centro accreditato, analogamente a quanto avviene per i “privatisti” negli esami della patente automobilistica.
Per ogni esame il candidato deve pagare 20 € IVA inclusa (18 € per gli alunni dell’Istituto) al Centro accreditato presso il quale l’esame e’ sostenuto. Le modalità di pagamento sono stabilite dal Centro accreditato.

Procedura per effettuare gli esami:
Il candidato deve presentarsi agli esami munito della propria Skills Card e di un documento di identificazione personale (carta d’identità, patente di guida, ecc.);
Il computer viene di norma consegnato al candidato pronto per operare con il Sistema automatico ATLAS;
Il tempo concesso per ognuna delle sette prove è di 45 minuti ad eccezione del modulo 1 per il quale la durata prevista è di 35 minuti;
Al termine della prova, il candidato potrà prendere visione degli errori commessi insieme all’esaminatore;
I test da superare sono definiti a livello internazionale e sono identici in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Le conoscenze teoriche e pratiche necessarie per superare i test sono definite nel Syllabus.

Come prepararsi agli esami
In Europa esistono molti Test Center autorizzati, presso strutture pubbliche e private di formazione professionale, organizzazioni industriali, camere di commercio, agenzie per l’occupazione ecc.. L’elenco completo di tali centri in Italia è disponibile sul sito dell’AICA.

Riconoscimenti
In base a un protocollo di intesa con l’AICA, firmato il 16 dicembre 1999, il Ministero della Pubblica Istruzione ha adottato la ECDL come standard per la certificazione delle competenze informatiche nella scuola. Di conseguenza la patente europea del computer e’ accettata senza problemi come credito formativo negli Esami di Stato. Il punteggio attribuito non puo’ essere stabilito a priori, in quanto dipende dai criteri stabiliti dal consiglio di classe e dal curriculum scolastico dello studente.

Tale protocollo prevede anche la costituzione di un comitato paritetico, che quanto prima riconoscerà la ECDL:

  • come titolo culturale valido ai fini della mobilità, trasferimenti, concorsi a cattedra, conferimento delle supplenze;
  • come titolo culturale valido ai fini della progressione nel trattamento economico derivante dall’autoformazione e/o dall’aggiornamento.

Dal 1^ gennaio 2001, tutti gli aspiranti ad un pubblico impiego debbono dimostrare di possedere delle conoscenze informatiche, come previsto dall’art. 13 della Legge n. 387 del 27/19/1998. Inoltre l’AICA si sta attivando per far riconoscere la ECDL da parte del Ministero della Funzione Pubblica come titolo idoneo per dimostrare il possesso delle competenze di cui sopra.

Clicca qui per saperne di più